venerdì 19 febbraio 2010

La Feijoada Brasiliana...Giusto dall'altra Riva! Ma Quanta "Saudade"!!



A casa mia, è sempre benvenuta la Feijoada -fagiolata in portoghese-. Sopratutto d'inverno o finchè dura il fresco!

Sono cresciuta in terra di confine con il Brasile, ed è assolutamente naturale per noi ,argentini e brasiliani, lo scambio continuo durante tutto l'anno, sia per scappate a fare spese e ovviamente a mangiare, sia per fare vacanze.

I miei ricordi d'infanzia nelle spiagge di questo caldo e meraviglioso paese, sono ancora vivi e collegati a tanti piatti brasiliani. Perciò mi sento molto coinvolta e arriva al mio cuore tanta...saudade... ogni volta che li mangio.

Passavamo a volte quasi un mese al mare, sempre in località diverse per conoscere di più, il sud del Brasile. Per la vicinanza agli stati di Paranà, Santa Caterina e Rio Grande do Sul erano le destinazioni scelte per arrivare con almeno una giornata di viaggio. Cosa normalissima, visto le grosse distanze che si percorrono in questi paesi per muoversi da un posto all'altro.

La prima fermata a pranzo, era una abbuffata con tutti piatti ormai conosciuti. Tra quelli, questa fagiolata , " La Feijoada" , fatta con fagioli neri, coltivati in queste terre, arrichita di carni affumicate tale come costine di maiale, pancetta e salsicce, rigorosamente acompagnata di contorni come il riso in bianco, le biete saltate con del aglio e la pancetta , e gli spicchi di arancia per rinfrescare il palato.

Ed e' saputo che in terra di confine, i tavoli si allungano, tanto di un lato come dall'altro.

Cosi, questo piatto brasiliano per eccelenza, è stato acquisito da noi argentini del confine, che lo cuciniamo a casa, seguendo le ricette di nostri fratelli brasiliani con cui sappiamo festeggiare tutte le volte che la occasione ci incrocia, trane durante le partite di calcio delle nazionali... quando il nostro grande amore si transforma in odio!!!!

Passiamo alla ricetta!


Ingredienti (per 15 persone circa)


1 Kg. di fagioli neri

4 cipolle dorate

1 carota

1 fusta de sedano verde

6-7 spicchi d'aglio

4 piedini di maiale

500 gr. di costine di maiale affumicate

500 gr. di salsicce affumicate (io uso le cragno)

250 gr. di pancetta affumicata

1/2 salsiccia napoletana (cioè quelle piccanti)

1 bicchiere di cachaca (destilato tipico brasiliano che si usa anche per fare la caipirinha) o se non la trovate del vino rosso

4 floglie di alloro

sale e pepe

Se li trovate pottete anche aggiungere: le orecchie di maiale, cotenna e carne salata.



Per la salsa di condimento piccante:


2 spicchi d'aglio

2 cucchiai di peperoncino

1/2 tazza di aceto di vino rosso

1/2 tazza di acqua calda

2 cucchiai di concentrato di pomodoro

1 cucchiaino di paprika , erba cipollina fresca

sale





Preparazione:

Lasciate in amollo la sera precedente i fagioli neri.

Mettete in una pentola a bollire i fagioli con una carota, una cipolla , del sedano e due foglie di alloro.

Allo stesso tempo tagliate le cipolle rimasti e dell'aglio e mettete a soffriggere in un altra pentola capiente a sufficenza per ricevere dopo le carni e i fagioli, e cioè grandina.

Quando le verdurine sono ben soffrite aggiungete tutte le carni (tagliate a quadratini quelle que si possono o intere con l'osso le altre).

Bagnate con la cachaca e lasciate consumare l'alcohol. Dopo prelevate dell'acqua di cottura dei fagioli e aggiungete alle carni perche continuino a cuocere.

Una volta cotti i fagioli, transferite 2/3 alla pentola delle carni. Il 1/3 che rimane ridurlo a purea con un passaverdure e incorporatelo alla pentola. Cosi daranno cremosità allo stuffato.

Lasciate ancora cuocere l'insieme per 20 minuti e spegnete il fuoco.

Sarebbe ideale poterlo fare in una pentola di terracotta. La regola, come con qualsiasi zuppa con legumi, è che quanto più si riposa, più buona viene.

Preparate i contorni cioè: riso bollito, biete o spinaci saltate con dell'aglio e la pancetta, fette di arancie, manioca - yuca-bollita.

Fate la salsa piccante: mettete a soffriggere l'aglio con il peperoncino nel olio in una padellina, e poi aggiungete l'aceto ed il concentrato di pomodoro. Lasciate andare per due minuti ed aggiungete dell'acqua . Cucinate ancora per dieci minuti ed aggiungete la paprika ed il sale. Versatela in una salsiera.

Disponete i contorni in vasoi grandi, tutti intorno alla pentola in terracotta messa al centro del tavolo. Non dimenticatevi della salsiera con il condimento e le fette d'arancie spelate.

Come procedere? Di solito si serve prima un po' di riso e affianco un mestolo di Feijoada. Poi si aggiungono le verdure verdi e la yuca , queste in piccole quantità. Aggiungete la salsa piccante a volontà.

Passato l'imbarazzo, vedrete come tutti perdono la timidezza e continuano a servirsi le combinazione che più li piaciono, una ed altra volta... finche lo stomaco resista!!!

Ora è il momento di mangiare qualche fetta d'arancia... per rinfrescarsi! Avete capito!

Allora coraggio! Preparatevi la vostra Feijoada e organizate una festa brasiliana con degli amici!!


Buen Provecho!!!

1 commento:

  1. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

E quando cucino mi piace ascoltare...